Voglio prepararmi un buon caffè…freddo

caffe.jpgPiccola storia del del caffé nasce in Oriente addirittura quattrocento anni prima della nascita di Cristo.
Pochi sanno perché la Moka si chiama così: perchè era il nome di una città mediorientale meta del viaggio di uno sceicco, Alì Ben Omar, che, sopraffatto dalla stanchezza, ricevette in regalo da un uccello, alcune bacche da cui trarre un infuso. Il caffé, appunto.

Caffè freddo: Per preparare un buon caffè freddo, l’espresso, dopo essere stato zuccherato (10 gr di zucchero per ogni tazza di espresso da 30 ml), viene lasciato raffreddare a temperatura ambiente e quindi posto nella macchina granitrice (a 0°). quando ha raggiunto la consistenza di granita va servito in bicchieri di vetro, eventualmente con l’aggiunta di panna montata.
A volte il caffè freddo viene mantenuto ad una temperatura di 4-5°, nei frigo bibite, in tal modo la bevanda risulta liquida e non ha la consistenza della granita

Caffè freddo shakerato: può essere preparato in due modi, uno con lo shaker, l’altro con la macchina per frappè. Il principio è lo stesso, cioè di montare il caffè freddo e renderlo cremoso e soffice. Nello shaker: 30 ml di caffè freddo a granita già zuccherato, 2 cubetti di ghiaccio; si agita rapidamente fino a che il caffè è montato e si versa in un bicchiere di vetro, si spolvera di cacao amaro in polvere.
E’ una bibita fresca, piacevole, maggiormente concentrata del caffè normale.

http://www.caffe.it/img/caffe-003.jpgLa letteratura scientifica di recente ha riabilitato il caffè evidenziando non solo relativamente all’aumento di performance mentali nei soggetti anziani, ma anche nella prevenzione del Parkinson e del Morbo di Alzheimer.

Il caffè svolgerebbe anche un ruolo importante nella protezione dall’insorgenza di alcuni tumori: merito sia degli effetti antiossidanti della bevanda, sia delle numerose molecole biologicamente attive che svolgono importanti funzioni nell’organismo.Per quanto riguarda i tumori femminili il caffè protegge dall’insorgenza del tumore del corpo dell’utero e non è associato al tumore della mammella e dell’ovaio.

Le piu famose miscele di caffè
Arabica – Specie coltivata e selezionata da diversi secoli. Di questa la più rinomata è la varietà “Moka”, coltivata sopratutto in Arabia, i cui grani, piuttosto piccoli, hanno un intenso profumo aromatico

Robusta – Affine alla Coffea Arabica, i suoi rami si incurvano a forma di ombrello, verso terra. Durante l’anno la fioritura è continua. I suoi grani tondeggianti sono più piccoli, ma più ricchi di caffeina rispetto alla specie precedente e, una volta torrefatti, risultano molto profumati.

Liberica – Proveniente dalle foreste della Liberia e dalla Costa d’Avorio, è una bella pianta longeva, robusta, rigogliosa nella vegetazione, con frutti e semi grandi quasi il doppio di quelli della Arabica, ed inoltre più resistenti all’assalto dei parassiti.

Excelsa – Scoperta nel 1904, questa specie resiste bene all’attacco delle malattie ed alla siccità. Dà una resa molto elevata ed i grani, lasciati invecchiare, danno un caffé dal gusto profumato e gradevole, simile a quello della Coffea Arabica

Come si fa un buon caffè?
1. il contenitore deve essere caricato generosamente con il caffé macinato e mai pressato
2.l’acqua inserita nella caldaia deve essere calda
3.la caffettiera va posta sul fuoco a fiamma bassa e a coperchio aperto. Per questo è bene porre un salvaschizzi sul beccuccio da cui esce il caffé.

Consigli per ottenere un  buon caffé :

* Un’ottima miscela, di qualità e ben macinata
* Una buona macchinetta.

Procedimento:

1. Riempire la caldaia della macchinetta con acqua fresca non troppo calcarea ad un livello poco inferiore rispetto la valvola. Se l’acqua del rubinetto è molto dura o salmastra usare quella naturale. In questo modo si manterrà più intatto il sapore del caffé.
2. Posizionare il filtro dentro la caldaia.
3. Riempire il filtro con una generosa quantità di caffé, formando una montagnetta di circa 1/3 più alta del filtro. Non pressarlo con il cucchiaino. La pressatura avverrà in modo naturale avvitando la parte superiore della macchina, permettendo così una perfetta aderenza della polvere con il filtro superiore. Controllare di aver chiuso strettamente per evitare fuoriuscite di acqua o vapore.
4. Mettere la macchinetta sul fuoco, a fiamma molto bassa, in modo da permettere un passaggio lento ed uniforme dell’acqua attraverso la polvere di caffè posta nel filtro. Non abbandonarla sul fuoco, ma seguire le fasi di infusione per capire quando spegnere il fuoco.
5. Nel momento in cui l’acqua comincerà a filtrare si udirà il tipico gorgoglio. Alzare a questo punto il coperchio per controllare quando viene prodotta la caratteristica schiuma color nocciola chiaro. E’ infatti questo il momento di spegnere il fuoco.
6. Prima di versare il caffé nelle tazzine girarlo, in modo da mescolare quello più denso uscito per primo che si trova sul fondo della vasca di raccolta con quello più leggero che è uscito alla fine.


Contenuto di caffeina

Espresso o moka-40-80 mg per tazzina
Caffé americano
-115-120 mg per tazza
Istantaneo-65-100 mg per tazza
Decaffeinato-5 mg per tazzina
Cappuccino-70-80 mg per tazza
Cioccolata-30-40 mg per barretta da 60 gr
-40-50 mg per tazza
Bevande tipo cola-35-50 mg per lattina

Ricette

Caffè Profumatissimo
Dosi per 4 persone: 4 tazze di caffe’, 1 cucchiaio di zucchero, alcune foglie di menta, chiodi di garofano.

Preparare del caffe’ molto concentrato, zuccherarlo e una volta freddo versarlo in una caraffa con cubetti di ghiaccio. Aggiungere fogliettine di menta e qualche chiodo di garofano.

Caffè al Cioccolato
Dosi per 4 persone: Una dose scarsa di caffe’ macinato, 1 cucchiaio di polvere di cacao amaro.

Utilizzare il procedimento classico della preparazione del caffe’ con la moka, sostituendo una parte della polvere di caffe’ con polvere di cacao. Comprimere la polvere e preparare il caffe’ come al solito.

Caffè alla Menta
Dosi per 4 persone: 4 tazzine di caffe’ freddo, 2 cucchiai di sciroppo di menta, 2 bicchierini di Cointreau.

Versare in uno shaker il caffe’, qualche cubetto di ghiaccio, lo sciroppo di menta, i bicchierini di liquore. Agitare bene e servire in bicchierini decorando con foglioline di menta.

Coffee & Coke
Dosi per 4 persone: 4 tazzine di caffe’ freddo, 4 bicchierini di rhum, 1/2 litro di Coca Cola, 1 limone.

Versare in una caraffa gli ingredienti ed il succo di limone spremuto, mescolare con cura. Aggiungere cubetti di ghiaccio a volonta’ e servire in bicchieri da bibita.

Caffè alle Spezie
Dosi per 4 persone: 3 tazze di caffe’ ristretto, 4 cucchiai di cognac, 2 cucchiai di Cointreau, 2 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella, 4 pezzetti di scorza d’arancia, 4 pezzetti di scorza di limone.

Mettere in un pentolino il cognac, il Cointreau, i chiodi di garofano, la stecca di cannella e le scorze d’arancia e di limone. Scaldare a fuoco basso e prima dell’ebollizione, fiammeggiare. Filtrare il liquido, quindi unire il caffe’ mescolando bene.

Caffè Imperiale
Dosi per 4 persone: 1 tazza di caffe’ forte, 4 tuorli d’uovo, 4 cucchiai di zucchero, 1 tazza di latte, 3 bicchierini di brandy.

Sbattere bene i tuorli con lo zucchero ed il brandy, aggiungere il latte ed caffe’ caldi. Servire nei bicchieri da punch ben caldo.

Caffè all’Arancia
Dosi per 4 persone: 2 tazze di caffe’ bollente, 1 cucchiaio di scorza di arancia tritata, 4 bicchierini di Cognac, qualche ciuffo di panna montata.

Mescolare il caffe’ con lo zucchero, l’arancia tritata ed il Cognac. Versare nelle tazze, guarnire con un ciuffo di panna e una scorza di arancia.

Tropical Drink al Caffè
Dosi per 4 persone: 250 gr. di sorbetto al mango, 4 cucchiai di Cointreau, 100 ml di caffe’ freddo, 100 ml. di succo di ananas.

Passare tutti gli ingredienti nel frullatore, quindi versare in quattro bicchieri poco profondi precedentemente tenuti in frigo. Servire con due cannucce corte in ciascun bicchiere.

Liquore zabaione al caffè
Occorrono 4 tuorli d’uovo da sbattere con l’aggiunta di 300 gr. di zucchero. Intanto far bollire 3 bicchieri di latte piu’ tre tazzine di caffe’ molto ristretto con altri 300 gr. di zucchero, che vanno amalgamati lentamente e mescolati alle uova.

Quando il composto si e’ raffreddato aggiungere e mescolare 150 gr. di marsala ed un pizzico di vaniglia. Il liquore ottenuto va travasato e conservato in bottiglia a chiusura ermetica; come per gli altri liquori contenenti zabaione, prima del consumo occorre agitare la bottiglia.

Caffè al rhum

Nello shaker versare 1 bicchiere di caffe’, aggiungere 2 bicchierini di rhum, 50 gr. di zucchero, vaniglia, una scorza di limone e del ghiaccio tritato. Chiudere lo shaker, agitare e servire.

Grog di caffè

In una tazza riscaldata versare un bicchierino di cognac, una tazza di caffe’ molto caldo, 3 o 4 zollette di zucchero ed una scorza di limone. Volendo, fiammeggiare il tutto e bere.

Montebianco (Cocktail digestivo)
Ingredienti: 1/4 caffe’ espresso freddo, 1/4 Vodka finlandia, 1/4 Genepy bianco ed 1/4 Grand Marnier.

Si prepara nello shaker con alcuni cubetti di ghiaccio cristallino e si serve nel bicchiere da cocktail ben freddo.

Maracaibo (long drink)
Ingredienti: 1/4 Anisetta, 1/2 Pippermint verde Get Freres, 1/4 caffe’ espresso freddo.

Si prepara direttamente nel bicchiere tumbler con alcuni cubetti di ghiaccio cristallino, completando con acqua minerale e guarnendo con fetta di limone.

Sweet coffee

Versare in un frullatore quattro tuorli sbattuti con lo zucchero; aggiungere il caffe’, la vaniglia, il cognac, il ghiaccio e frullare per circa un minuto, aumentando sempre piu’ la velocita’.

Liquore di caffè

Versare in un vaso di vetro gr. 250 d’alcool da liquori, gr. 250 d’acqua, gr. 100 di caffe’ macinato finissimo; chiudere ermeticamente il vaso e lasciare riposare per otto giorni il composto, che poi va filtrato. Unire il liquido ottenuto con uno sciroppo raffreddato, preparato con gr. 300 di zucchero, gr. 250 di acqua e una stecca di vaniglia. Il liquore al caffe’ si potra’ bere dopo 25 giorni circa. Alcune persone preferiscono berlo caldo o con aggiunta di anice.
Un procedimento piu’ semplice e rapido e’ quello di sciogliere in sei o piu’ tazzine di caffe’ (a seconda della quantita’ che si vuole ottenere), lo stesso volume di zucchero ed a freddo aggiungere lo stesso volume di alcool da liquori. Conservare in bottiglia.

 

Lascia un Commento