Pangiallo di Natale

 

http://www.dolcissimicronici.it/dolcissimi/modules/dediche/images/shots/natale.gifIl pangiallo, o pangiallo romano, è un dolce natalizio tipico del Lazio, che ha la sua origine nell’antica Roma  A quei tempi distribuirequesti dolci dorati, durante la festa del solstizio d’inverno, era di buon auspicio per il ritorno del sole. Infatti è impreziosito da un sottile strato costituito da una crosta dorata che dona al dolce la sua tipica brillantezza.

http://www.prontocastelli.it/ricette/img/pangiallo.jpg

 

http://www.dolcissimicronici.it/dolcissimi/modules/dediche/images/shots/natale.gifIngredienti

1 k di fichi secchi
300 g di farina
100 g di mandorle
100 g di nocciole
200 g di marmellata
1/2 bustina di lievito

http://www.dolcissimicronici.it/dolcissimi/modules/dediche/images/shots/natale.gifPreparazione:

Tritate finemente i fichi e versateli dentro una terrina, unitevi le mandorle e le nocciole intere e legate il tutto con la marmellata che vi piace di più. Lasciate riposare il composto per un ora; nel frattempo fate un impasto con la farina ed il lievito aiutandovi con tanta acqua ghiacciata quanta ne occorre per un  impasto sufficientemente resistente

A questo punto stendete la pasta in una sfoglia sottile e poi prendete l’impasto di fichi e ricavatene delle piccole polpettine rotonde e un po’ schiacciate ai poli.

Rivestite ognuno di questi panini con un pezzo di pasta, allineateli sulla placca del forno unta ed infarinata e cuoceteli a temperatura alta per circa 45 minuti, fino a che risulteranno di un bel colore dorato.

Pangiallo di Nataleultima modifica: 2009-12-08T16:51:00+01:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento