Cinghiale arrostito con castagne

Capriolo, cinghiale, pernice…Questa è la stagione adatta per sperimentare ricette nuove e provare a cucinarle per la gioia dei buongustai.

Vino consigliato: Chianti Riserva o Montefalco Rosso

atunno_cacciagione_cosciott.jpg

Hai provato questa ricetta e ti è piaciuta? lascia un messaggio nei commenti

  • 1 Kg lombo di cinghiale
  • 800 g castagne
  • 1 mazzetto odoroso (alloro, timo, sedano)
  • 1 ciuffetto di rosmarino
  • 20 g burro
  • olio extravergine di oliva
  • vino bianco secco
  • brodo di carne
  • sale
  • pepe
  • poche bacche di ginepro

 

Come si fa

Preparate le castagne: sbucciatele e sciacquatele velocemente sotto il getto dell’acqua fredda corrente.

  1. Sciogliete in un tegamino il burro.
  2. Versatelo sul fondo di una pirofila, quindi sistematevi le castagne con il mazzetto guarnito,
  3. coprite a filo con brodo di carne e passate in forno preriscaldato a 220 °C per un’ora circa.

Nel frattempo preparate il cinghiale: scaldate in un tegame poco olio, unitevi la carne, salate, pepate e fate rosolare.

IMPORTANTE- Buttate il liquido  che si sarà formato durante la rosolatura, poi:

  1. Sfumate la carne con del vino bianco e lasciatelo evaporare.
  2. Profumate la carne con alloro e rosmarino e bacche di ginepro e portatela a cottura (circa un’ora), rigirandola spesso e bagnandola con poca acqua tiepida qualora si asciugasse troppo.

Quando la carne sarà cotta, servitela affettata e accompagnata con le castagne tolte dal forno e leggermente pepate, a piacere decorando con qualche foglia di alloro.

 

Cinghiale arrostito con castagneultima modifica: 2010-10-12T13:45:53+02:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento