Orecchiette di drago (grano) arso

La farina di grano bruciato o grano arso è una farina tipica della puglia ma credo che ormai si possa trovare un pò ovunque.

Era la farina dei poveri, perche ricavata dalla spigolatuira delle stoppie dopo la bruciatura .

P1050836.JPG

 

300 g di orecchiettedi grano arso

per la pasta:

  1. 200 g di semola di grano arso
  2. acqua
  3. sale

 

  • 500 g di fave secche
  • 300 g di olive nere dolci
  • 100 g di burratine di Andria
  • 50 g di olio,
  • sale pepe ed aglio q.b.
  • 50 g di carota
  • 50 g di cipolla
  • 50 g di carciofi
  • 50 g capocollo
  • 50 g di favette sgusciate
  • 20 g di punte di asparago verde
  • 4 pomodori
  • 50 g zucchine
  • poco basilico
  • 50 g di cacioricotta a scaglie

 

Come si fa

Impastare gli ingredienti per la pasta e ricavarne le orecchiette.
Lasciarle asciugare percirca 2 ore. ( vanno bene comperate fresche al pastificio)
In un tegameversare un filo d’olio e far cucinare  i pomodori spellati e tagliati a cubetti
Aggiungere la zucchina e la carota anch’esse tagliate a cubetti,
Sbollentare il carciofo e tagliarlo a joulienne
Lessate le favette e gli asparagi in acqua salata. ( per mantenere il bel colore verde alle verdure, tuffarle nell’acqua gia’ bollente)
Riunite tutti gli ortaggi e il capocollo tagliato finissimo in una terrina capiente.
Lessate la pasta e scolatela al dente.
Trasferitela nella terrina con le verdure
Condite il tutto con un emulsione di olio d’oliva, peperoncino, sale e basilico
Servire con scagliette di cacioricotta.

 

Orecchiette di drago (grano) arsoultima modifica: 2010-11-03T11:17:00+01:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento