Dentro l’alimento: il miglio

40_miglio_ico.jpgIl miglio è un cereale molto antico, originario dell’Asia Centroorientale e coltivato anche dagli Egizi. In Europa non è molto utilizzato, invece per alcuni paesi africani e asiatici è un alimento quotidiano e fondamentale.

Infatti, utilizzato essenzialmente come mangime per gli uccelli, il miglio è tuttavia usato frequentemente anche in cucina, sotto forma di farina o direttamente come seme.

Tra i suoi nutrienti sono fondamentali le proteine di origine vegetale, gli zuccheri e i lipidi; l’apporto energetico è di circa 350 calorie per 100 grammi.

Prima della cottura il miglio in chicchi va lavato molto accuratamente con acqua fredda, fino a che l’acqua non risulterà limpida, e dopo va sistemato in un colino a scolare. A questo punto può essere cotto.

Sarebbe meglio prima tostarlo con pochissimo olio d’oliva, in modo che in seguito la cottura riesca meglio.

Una volta cotto sarebbe meglio lasciarlo riposare nella pentola di cottura, in modo che possa finire di gonfiarsi e assorbire l’acqua in eccesso.

imgres.jpg

 

 

 

 

 

 

  • Miglio con verdure

 

Ingredienti: 1 cipolla, 3 carote, 1 zucchina, 1/2 gambo di sedano, olio extra vergine d’oliva, 1 foglia di alloro, 300gr. di miglio, alcuni rametti di prezzemolo, 3 cucchiai di gomasio, sale.

Mondate e lavate le verdure.

Affettate a strisce sottili la cipolla, le carote e la zucchina. Tagliate a pezzetti il sedano.

Mettetele in pentola, con poco olio, iniziando dalla cipolla, aggiungendo poi il sedano e le carote, e dopo qualche minuto la zucchina, infine unite anche la foglia di alloro. Saltate il tutto a fiamma allegra mescolando con un cucchiaio di legno.

Aggiungete a questo punto il miglio, che avrete lavato e scolato, e dopo averlo mescolato con le verdure aggiungete la quantità di acqua necessaria, che avrete precedentemente scaldato. Portate a ebollizione, salate e dopo aver coperto cuocete a fuoco lento. Aggiungete il prezzemolo tritato poco prima di togliere dal fuoco, e poi spolverate con il gomasio e se necessario aggiustate di sale. o.

 

Dentro l’alimento: il miglioultima modifica: 2010-11-25T10:23:00+01:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento