Cappelletti in brodo

I cappelletti romagnoli sono un piatto gustosissimo e tradizionale della cucina romagnola, piatto che si può assaporare nelle cucine della Romana e che non può mancare, lo dice la tradizione, durante il pranzo di Natale in famiglia.

Non sono poi tanto difficili da fare: perche’ non proviamo con questa semplice ricetta’?

 

  • 400 gr di farina bianca,
  • 300 gr di formaggio parmigiano reggiano,
  • 200 gr di polpa di maiale,
  • 200 gr di prosciutto crudo,
  • 100 gr di petto di pollo, brodo,
  • 50 gr di burro, cinque uova,
  • olio d’oliva,
  • pepe, noce moscata, sale

 

In un tegame unire la polpa di maiale con il petto di pollo tritati e il burro.

Cuocere per circa 15 minuti, poi aggiungere il prosciutto tritato.

Lasciare sul fuoco ancora per qualche minuto, poi togliere e far raffreddare.

Incorporare  alla carne il formaggio e un uovo, poi mescolare l’impasto sino a ottenere una consistenza morbida, regolate di sale e aggiungete una grattatina di noce moscata.

Questo è il ripieno classico, ma le varianti familiari sono numerose.

Fare una sfoglia con la farina, il sale, l’olio d’oliva e le rimanenti uova, lasciarla riposare, sotto un canovaccio, per circa 30 minuti.

Tirare una sfoglia piuttosto sottile , poi  tagliarla a strisce prima orizzontali poi verticali, in modo da ottenere dei quadrati di tre-quattro centimetri di lato.

Porre al centro del quadrato una piccola pallina di ripieno e piegare la sfoglia a triangolo, facendo aderire bene gli orli.

Dopo aver stretto fra il pollice e l’indice di entrambe le mani i due lati del triangolo, ruotare con la destra i cappelletti attorno alla punta dell’indice sinistro e sovrapporre i due angoli stringendoli sinché non restano ben uniti.

I cappelletti debbono riposare e rassodare alcune ore, poi cuocere in un brodo di cappone per 10 minuti

cappelletti.jpg

Cappelletti in brodoultima modifica: 2010-12-01T13:32:47+01:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento