Orto e giardino: la stella di Natale

Per far si che la Stella di Natele si mantenga bella per lungo tempo, innanzitutto bisogna sistemarla nel luogo meno riscaldato della casa e comunque lontano dai termosifoni, in buona luce, ma al riparo dai raggi del sole.

E’ buona norma aggiungere un po’ d’acqua al sottovaso, verificando che a fine giornata sia evaporata, così da consentire all’apparato radicale di riossigenarsi; se ciò non avvenisse, si verificherebbe un’immediata caduta delle foglie.

Dopo qualche settimana, tenderà comunque a perdere le foglie, quindi sara’ opportuna una vigorosa potatura tagliando tutti i rami della Poinsettia ( stella di Natale) a circa 10-15 cm. dal terriccio. 
Una volta tagliata, va lasciata riposare per una settimana almeno, sospendendo completamente tutte le annaffiature in maniera che la pianta accusi un po’ la sete, ma facendo attenzione che le radici non secchino. 
A completamento del riposo, andrebbe posizionata in un locale meno riscaldato, tale da consentirle di entrare in una sorta di stasi vegetativa.
Dopo due-tre settimane circa, dai monconi si vedranno riapparire le gemme e poi, rapidamente, tutta la piantina si riempirà di foglie.

È importante non nebulizzarla mai, dato che il suo fogliame è coperto da una peluria finissima e di non irrorarla mai con il lucidante fogliare.

Se le foglie apparissero un po’ polverose possono essere ripulite con un pennellino.

 

  • Importante:La Poinsettia è una pianta brevidiurna, una pianta cioè che ha bisogno di tredici ore di buio ininterrotto (anche la sola luce dello schermo televisivo altera questa condizione) alternato a undici ore di intensa luminosità per produrre i bottoni florali e le brattee.

Per poter avere queste condizioni, è bene oltre a riparare la pianta in serra o sotto una struttura di legno anche rudimentale, ricoprirla con un film di polietilene, anche un telo nero, con cui oscurarla.

La “cura del buio” dovrà effettuarsi per tutto ottobre e novembre.

 

Orto e giardino: la stella di Nataleultima modifica: 2010-12-09T11:27:00+01:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento