Torta Pasqualina

La torta pasqualina è un piatto simbolo della cucina ligure. Le sue origini sono antiche, poiché veniva preparata già nel 1400, e anche allora era strettamente legata al periodo pasquale, da cui prende il nome.

Tradizione vuole che i fogli di pasta che compongono la torta pasqualina siano esattamente 33, in ricordo degli anni di Gesù, ma in pratica ci si limita “solo” a 10-12.

(Per le meno esperte: si puo’ usare anche la pasta sfoglia comperata al supermercato)

Ingredienti per 8 porzioni:


  1. – 600 g di farina 00
  2. – 100 g di olio extravergine d’oliva
  3. – 1 kg di bietole (erbette)
  4. – 1/2 cipolla
  5. – 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  6. – 1 cucchiaio di maggiorana tritata
  7. – 500 g di quagliata, prescinseua o ricotta
  8. – 100 g di parmigiano grattugiato
  9. – 5 uova grosse
  10. – sale
  11. – pepe

Preparazione:

preparare la base per la torta pasqualina impastando la farina con 5 cucchiai di olio, un pizzico di sale e acqua tiepida fino a formare un impasto liscio ed elastico.

Dividere l’impasto in 10 pezzi, di cui due più grandi, e far riposare almeno 1 ora le palline sotto un telo inumidito.
Preparare il ripieno della torta pasqualina affettando finemente la cipolla, lavare le bietole e tagliarle a striscioline.
Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella antiaderente e unire la cipolla e le erbette, salare e cuocere finché non si saranno ammorbidite, quindi aggiungere il prezzemolo tritato.

In una terrina unire la ricotta (la quagliata o prescinseua per chi le riesce a reperire), le erbette, la metà del parmigiano, la maggiorana, sale e pepe e amalgamare il tutto.

Stendere una delle palline più grandi con il mattarello o con la macchina apposita in una sfoglia sottilissima.
Mettere la prima sfoglia dentro a uno stampo da 26-28 cm leggermente unto di olio. Spennellare con olio e procedere allo stesso modo con altre quattro porzioni di pasta: stendere, ungere e sovrapporre delicatamente, ma senza ungere la quinta sfoglia, sulla quale verrà adagiato il composto di erbette e ricotta.

Praticare 5 fossette nel ripieno e sgusciarvi delicatamente all’interno le uova, quindi ricoprire le uova con fossetta con parmigiano, un pizzico di maggiorana, sale e pepe.

Ricoprire con le sfoglie rimaste, lasciando per ultima quella più grande, ungendo sempre ogni sfoglia prima di sovrapporne un’altra e terminando con quella più grande, che chiuderà il tutto.

Per amplificare la lievitazione delle sfoglie della torta pasqualina, si può insufflare aria tra una sfoglia e l’altra con una cannuccia. Porre in forno caldo a 180 gradi per circa 50 minuti.

torta-pasqualina.jpg

Torta Pasqualinaultima modifica: 2011-04-07T08:45:00+02:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento