Fagiolini conservati al naturale

yellow kidney beans with leaf isolated on whiteLa salamoia era il metodo prediletto dalle nostre nonne per conservare le verdure dell’orto come i fagiolini.

Facilissima da preparare, consente di preservare intatte tutte le caratteristiche degli ortaggi conservati.

  1. Fagiolini freschi
  2. acqua,
  3. sale 10 g per ogni litro per la 1 cottura e 20 g per ogni litro per la conservazione. 

Lavate e spuntate i fagiolini. 
Devono essere bei verdi e freschi e della stessa misura. 
Scottateli per qualche minuto in acqua salata 
Scolateli e passateli subito sotto il getto dell’acqua fresca per fermarne la cottura
Lasciateli asciugare su un canovaccio. 
Intanto a parte preparate la salamoia facendo bollire dell’acqua con 20 g di sale per ogni litro, fate bollire per qualche minuto, spegnete il fuoco e lasciatela raffreddare. 
Sistemate i fagiolini  in vasi alti a chiusura ermetica (badando a non romperli) ricoprendoli con la salamoia oramai fredda. 
Lasciate 2 cm di vaso vuoto e poi tappate. 
Avvolgete i vasi in canovacci e metteteli in un recipiente per la bollitura. 
Riempite sul fuoco e portate a bollore, dal primo bollore calcolate 45 minuti di sterilizzazione. 
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare nell’acqua

Quando saranno freddi, togliete i vasi, asciugateli e riponeteli in luogo fresco e asciutto.

fagiolini.jpg



Fagiolini conservati al naturaleultima modifica: 2012-09-01T13:38:12+02:00da altramusa
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento